Torna all'elenco
Protocollo 040/2011/D/gg del 14/03/2011
Dirigenti - festività del 17 marzo 2011
Come noto il D.L. 30 aprile 2010, n. 64, convertito dalla L. 29 giugno 2010, n. 100, all’art. 7-bis ha istituito la festività nazionale in oggetto, solo per l’anno 2011; e il Decreto - Legge 22 febbraio 2011 n. 5, all’art. 1, 2° comma, ha disposto che “Al fine di evitare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica e delle imprese private…, per il solo anno 2011 gli effetti economici e gli istituti giuridici e contrattuali previsti per la festività soppressa del 4 novembre non si applicano a tale ricorrenza ma, in sostituzione, alla festa nazionale per il 150° anniversario dell'Unità d'Italia…” .
Nell’ambito della disciplina contrattuale vigente per i Dirigenti delle imprese pubbliche locali (CCNL Confservizi) le festività soppresse furono a suo tempo compensate con permessi retribuiti per l’aggiornamento culturale e professionale (accordo 19 luglio 1978, art. unico) e così disponeva, all’art. 24, il CCNL in vigore fino al rinnovo contrattuale del 21.12.2004 che, in coerenza con l’accordo del 7 luglio 2004, stabiliva all’art. 14, 1° comma che la spettanza di ferie cui il dirigente ha diritto “assorbe i permessi di cui all’art. 24 del CCNL 15 novembre 2000 ed all’accordo nazionale… del 19 luglio 1978”.
In conseguenza di ciò, essendo nel contratto dirigenti Confservizi la festività del 4 novembre compensata con ferie, ai dirigenti che fruiranno della festività del 17 marzo deve essere scomputata una giornata di ferie.


Documenti Allegati

Torna su

© 2015 Confservizi - Asstra - Utilitalia All rights reserved | Privacy Policies