Torna all'elenco
Protocollo 033/2012/D/gg del 27/02/2012
procedure di finanziamento delle misure di riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra (Fondo Kyoto-Legge Finanziaria 2007)
E’ stata presentata in questi giorni la procedura per i finanziamenti del Fondo Kyoto: fondo rotativo gestito dalla Cassa Depositi e Prestiti (CDP). Le risorse del fondo sono pari a euro 600 milioni distribuiti in 3 annualità da euro 200 milioni l’una. Il Fondo si rivolge, per quanto d’interesse, ad imprese, persone giuridiche private (comprese Associazioni e Fondazioni).
Gli interventi verranno finanziati sia a livello regionale sia a livello nazionale.
Gli interventi finanziabili a livello regionale sono rivolti alla:
· microcogenerazione diffusa: installazione d’impianti che utilizzano gas naturale, biomassa vegetale solida,biocombustibili liquidi di origine vegetale, biogas e in combustione gas naturale-biomassa quali fonti energetiche;
· installazione di impianti da fonti rinnovabili per la generazione di elettricità o calore (eolico, idroelettrico, solare termico, biomassa, fotovoltaico);
· risparmio energetico e incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia.
E’ possibile presentare un unico progetto d’investimento che contempli l’integrazione di più interventi, comunque combinati, da realizzarsi nello stesso sito (sistema integrato).
Gli interventi finanziabili a livello nazionale sono rivolti, per quanto d’interesse, alla:
· sostituzione di motori elettrici industriali con motori ad alta efficienza;
· attività di ricerca per lo sviluppo di tecnologie innovative per la produzione di energia da fonti rinnovabili.
I finanziamenti sono a tasso agevolato (0,50% annuo) per una durata massima di 6 anni, rimborsabili in rate semestrali. Per favorire la fruizione capillare delle risorse è stata offerta a tutto il sistema bancario la possibilità di operare con CDP.
Le banche aderenti alla Convenzione ABI-CDP (elenco disponibile sul sito www.cassaddpp.it ) potranno concedere un finanziamento per la quota parte del costo totale del progetto che non è coperta dal finanziamento agevolato. Ovvero le banche aderenti rilasciano la comunicazione dei parametri di affidabilità economico finanziaria e la fideiussione bancaria, stipulano il contratto di finanziamento agevolato e raccolgono la documentazione necessaria all’erogazione.
La Circolare Kyoto verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 1 marzo 2012. Dal 16 marzo ore 12 si potranno presentare le domande di ammissione al finanziamento agevolato. Il termine ultimo è il 135° giorno (14 luglio 2012).
Le domande devono essere compilate esclusivamente online, previo accreditamento all’interno di un’apposita sezione del sito di CDP (www.cassaddpp.it ), nel quale è anche disponibile una “Guida alla compilazione della domanda di ammissione all’agevolazione”.
Il beneficiario deve quindi recarsi presso una delle banche aderenti alla Convenzione ABI-CDP per gli ulteriori adempimenti e la stipula del contratto di finanziamento. L'applicativo con l'elenco delle banche aderenti sarà disponibile dal giorno 2 marzo sul sito www.cassaddpp.it .
Le regioni Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte si occuperanno direttamente della fase istruttoria, attraverso Enti di sviluppo o società finanziarie regionali.
Per ulteriori informazioni è stato attivato un numero verde 800 098 754 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 e dalle 14.30 alle 18.00) e un indirizzo e-mail dedicato cdpkyoto@cassaddpp.it .

Cordiali saluti.


Documenti Allegati

Torna su

© 2015 Confservizi - Asstra - Utilitalia All rights reserved | Privacy Policies